1^ COMPAGNIA BAFILE BATTAGLIONE ASSALTO GRADO

 
ANDREA BAFILE (Monticchio di Bagno, 7 ottobre 1878 – Basso Piave, 11 marzo 1918) è stato un militare italiano, tenente di vascello della Regia Marina, insignito della medaglia d’oro al valor militare alla memoria. Primo dei dodici figli del medico Vincenzo e di Maddalena Tedeschini-D’Annibale, fratello del cardinale Corrado, studiò presso la Regia Accademia Navale di Livorno e ne uscì col grado di guardiamarina (21 dicembre 1899).

Ufficiale della Regia Marina dal 1902, venne promosso Tenente di Vascello nel 1907. Direttore dell’armamento della nave militare Quarto dal 1911, si distinse per aver eroicamente salvato l’imbarcazione da un incendio che rischiava di farla esplodere: l’atto gli valse la medaglia d’argento al valor militare conferitagli il 27 luglio 1913 da Vittorio Emanuele III.

Rinunciò alla promozione a capitano di corvetta e ad un incarico presso lo Stato Maggiore per poter continuare ad imbarcarsi sui navigli leggeri: prese parte alla preparazione dell’impresa delle Bocche di Cattaro guidata dal maggiore Armando Armani e da Gabriele D’Annunzio.

Comandante del Battaglione di fucilieri Monfalcone e poi del Battaglione d’assalto Caorle nel Reggimento San Marco, durante la Prima guerra mondiale partecipò alla difesa di Venezia, minacciata dagli austriaci dopo la disfatta di Caporetto: riuscì ad oltrepassare il Piave con altri quattro marinai ma, nel riattraversare il fiume, nei pressi di Cortellazzo (Jesolo) fu scoperto e ucciso.

La tragica fine di Andrea Bafile suscitò grande emozione nell’opinione pubblica e segnò profondamente l’animo degli uomini al fronte: all’indomani della morte, il Capitano di Vascello Alfredo Dentice di Frasso avanzò la proposta di conferire una Medaglia d’oro alla memoria.

Il 9 aprile 1918 il Battaglione Monfalcone venne reintitolato ad Andrea Bafile, prima medaglia d’oro del reggimento.

Dal 20 settembre del 1923 le sue spoglie mortali riposano in un sacrario scavato fra le rocce della Majella a Bocca di Valle, presso Guardiagrele (Chieti), realizzato a partire dal 1920 per commemorare i caduti abruzzesi della prima Guerra mondiale.

La Marina Militare ha intitolato nel 1968 alla sua memoria una nave da sbarco.

Gli è stata intitolata la Compagnia Operazioni Speciali Reggimento San Marco.

Gli è stata intitolata la via principale della città di Jesolo. A l’Aquila gli è stato intitolato il Liceo Scientifico.

Un saluto alla 1 ^ Compagnia ed al suo Comandante

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...